da 60 anni con voi

Le nostre pizze hanno:

Prodotti

Prodotti freschi, di stagione e cucinati ogni giorno. Rispetto delle materie prime e cura nella preparazione, fanno si che il  prodotto sia sempre di qualità.

Passione

Lavoriamo con passione per offrire sempre un prodotto di qualità che risponda alle vostre esigenze.  

Tradizione

Oltre 60 anni di esperienza nel settore. Forno a legna come da trazione. La lavorazione della pizza in ogni sua parte è eseguita a mano.



Il blog di RosiB

Apre il Blog di RosiB, uno spazio culturale in cui verranno pubblicate curiosità sulla pizza e non solo.

a cura di Pasquale Naclerio

La mozzarella di Soligo (TV)

La mozzarella sulla pizza è un elemento che storicamente arriva successivamente come condimento, infatti le pizze storiche più antiche sono essenzialmente prive di mozzarella. Famosa è la storia leggendaria della pizza in onore della regina Margherita e da cui l'omonima pizza prenderà il nome e che introduce la mozzarella sulla pizza.

 

Quando alla fine degli anni cinquanta i primi pizzaioli tentarono la fortuna emigrando da Agerola nel nord-est, e in particolare nelle provincie di Treviso e Pordenone, la pizza era un alimento sconosciuto. Qui in poco tempo iniziarono ad avere fortuna e il numero di pizzerie crebbe in poco tempo, spingendo così altre famiglie ad emigrare ed occupare un mercato essenzialmente vuoto. 

 

A titolo di esempio possiamo vedere come Alfonso Mansi e Francesco De Rosa aprirono la prima pizzeria di Treviso nel 1957 e che per trovare un'altra pizzeria bisognava recarsi o a Padova o a Venezia. 

La voglia di lavorare e di impegnarsi non mancava, quello che mancava erano le materie prime. Infatti la mozzarella per pizza era difficile da reperire e non era prodotta da nessun caseificio locale.

In questa situazione avvenne una collaborazione tra la Latteria di Soligo (TV) e un casaro agerolese (NA) di nome Vittorio Somma il quale  insegnò come doveva essere fatta la mozzarella per la pizza. 

Infatti storicamente sulla pizza veniva messa la mozzarella che avanzava dal consumo quotidiano e che quindi perdeva gran parte dell'acqua, quando però la domanda di mozzarella aumentò è stato necessario produrre una mozzarella in cui il contenuto di acqua è molto più basso. 

Se si usasse la mozzarella classica per la pizza ci si ritroverebbe con una pizza piena d'acqua e umida, ma con una mozzarella a pasta fresca filante accuratamente prodotta, allora il problema dell'acqua viene risolto.

 

Da quell'incontro avvenuto negli anni sessanta nasce quindi una collaborazione che perdura ancora oggi, infatti noi usiamo ancora la mozzarella di Soligo come molte altre pizzerie, sancendo così una collaborazione con il territorio che perdura da più di mezzo secolo.

Un unione tra la tradizione della mozzarella dei monti lattari della costiera amalfitana e dei monti del trevigiano. 

 

Nel 2019 la Mozzarella STG (specialità tradizionale garantita) ha vinto la medaglia d'oro nel concorso del Caseus Veneti organizzato dall'A.Pro.La.V. 

 

Bibliografia

- https://www.latteriasoligo.it/prodotti/mozzarella/

- https://tgplus.it/speciale-formaggi-mozzarella-di-vaccino-della-latteria-di-soligo-tg-plus-food-beverage/

- https://ilcoquinario.wordpress.com/tag/mozzarella-tradizionale-stg/

 

 

Quanto costava una pizza ?

La pizza, come ogni prodotto ha cambiato prezzo negli anni, adattandosi all'economia . Ovviamente in 60 anni di storia la nostra pizza ha cambiato prezzo come ogni cosa, ho qui raccolto alcune testimonianze di questo cambiamento. 

 

Non voglio fare un trattato economico, l'unica cosa importante da sapere è che nel 2021 il tasso di inflazione medio è del 1,8%, mentre nel '75 l'inflazione era del 17,1% toccando il picco negli anni '80 del 21,1%, per poi scendere.  Va ricordato in oltre che nel 1972 venne introdotta l'IVA che negli anni '80 era del 9% sui prodotti come la pizza, oggi è del 10%.

 

Iniziamo con il prezzo della pizza margherita 2021 il prezzo è  4,5 €.

 

Nel 2008 il prezzo era di 4 €.

 

Nella transizione tra lira ed euro e quindi tra il 2000 e il 2001 l'ultimo prezzo in lire era quello segnato sul listino che vedete in foto 7000 lire che corrispondevano a circa 3,61 €, però come si sa il potere d'acquisto cambia e quindi per capire quanto varrebbero oggi 7000 lire dobbiamo rapportarlo con il prezzo moderno che corrisponde a 4,62 €.

 

Negli anni '80 con un inflazione del 21,1% il prezzo della pizza era di circa 1000 lire e quindi di 2,44 € di oggi.

 

Nel 1975 la pizza costava 250 lire circa 1,32 €.

 

Infine negli anni '60 fino agli inizi degli anni '70, quindi prima dell'esplosione dell'inflazione, una pizza margherita Da Rosalba costava dalle 150 alle 200 lire, circa 2 € di oggi.

 

Per dovere di cronaca, dobbiamo ricordare che la pizza era più piccola di quella di oggi, le prime pizze non venivano servite nel cartone per l'asporto, ma avvolte nella carta forno. Per capire i prezzi dobbiamo tenere in considerazione che un caffè nel '65 costava 60 lire ed arrivò a 70 lire solo nel 1970.

 

Dai ricordi della titolare della pizzeria si è potuto ricostruire che negli anni '70 a Sacile pizza + biretta costavano 500 lire (4,54 € di oggi).  

 

 

Anno Prezzo in lire Prezzo in euro
 1962  150 lire 1,84 €
1972 250 lire 2,05 €
1982 1000 lire 2,44 €

Un piccolo ricordo dalle parole di Cristina Acampora, moglie di Francesco De Rosa fondatore con Alfonso Mansi della pizzeria da Fausta di Treviso e della pizzeria Da Ciccio di San Donà di Piave. 

La signora Cristina ricorda che farsi conoscere a Treviso vendevano nel 1957 una piccola pizza di prova a 50 lire, circa 70 centesimi di euro. La pizza aveva un diametro di circa 20/25 cm e serviva per cercare di spiegare cosa fosse questo strano cibo che i trevisani non conoscevano. 


Le nostre scelte responsabili a vantaggio di tutti.

La  pizzeria è dotata di un impianto fotovoltaico della SUNPOWER dal 22/06/2013, con una potenza istallata di 11,77kWp pari a 36 pannelli.


Ad oggi (2/11/2022) sono stati prodotti 122,174 MWh  

con un abbattimento di 86 t di CO2 nell'ambiente.